Lui, Lei e le Stelle

Immaginate quelle sere d’inizio estate;l’aria tersa e fresca e leggera brezza sulla pelle.

Fatto?

Adesso prendete Lui e Lei e adagiateli su un prato immacolato,lontano dalle luci,lontano dalle voci,vicino al cielo.

Fatto?

Bene…

Adesso fate silenzio,ascoltateli:

Lui : “Quante stelle questa sera…”

Lei:“Si…”

Le sfiora e stringe la mano.

Lui:“Ne vuoi una?Scegli,te la dono…”.

Lei:“No,non la voglio.”

Sorpreso e già dubbioso,allenta la presa e allertato dice:

“Perché no?Non ti piace il mio regalo?”

Lei comprende,inaugura un sorriso e rassicura:

“Oh caro,mio carissimo amore,amo il tuo gesto ma non voglio una stella.Le stelle brillano di luce propria,sono sole e distanti tra di loro.Voglio che mi regali una doppia stella!”

La mano di Lui torna a farsi sentire,buona e rassicurante.

“E doppia stella sia!”.

Poco distante,un bambino passeggia mano alla mano con sua madre,guarda il cielo ed esclama:

“Mamma!Mamma!”

“Dimmi figlio mio”,chiede la madre.

“Ma le stelle cadenti vanno verso il cielo?”

“Che sciocchezza,tesoro.Certo che no.E’ impossibile”.

la doppia stella

– Racconti dall’altroquando – Testo e fotografia di  Stefano Tommasi

© Stefano Tommasi – Diritti riservati

Annunci