Gli occhi sul mondo.com

Un altro aspetto sul quale rifletto ha a che fare con gli occhi,i nostri occhi sul mondo.Riformulo: i nostri occhi sul mondo.com

La percezione di poter sapere ogni cosa sfogliando post sui social;farsi una propria idea,solida,di ciò che accade nel mondo;l’immediatezza unita alla superficialità dell’universo social,mi da la sensazione di un qualcosa come una specie di informazione fatua e sommaria da un lato e una idea chiara e consapevole dall’altra ( la nostra ).In sintesi: questo schermo in cui non c’è un confronto diretto con gli altri,dove le notizie ci arrivano dalle fonti che scegliamo,ci apre gli occhi e ci imprime una parvenza di certezza globale.Ma nel concreto,nel reale,i nostri occhi sanno vedere?Sanno distinguere?Sanno ancora dialogare occhi negli occhi con gli altri?O sono forse chiusi,timidi,insicuri,dimenticati;per poi riaprirsi energici,sicuri e pronti a riattivare lo sguardo sul nuovo mondo,un mondo.com.

001-4

 

© Stefano Tommasi

Annunci

Patologia : Selfie

Dai facciamo un selfie!

Ehi tu,fatti un selfie!

Mi scatto un bel selfie!

Selfie selfie selfie…ce n’è per tutti i gusti:

da soli,in compagnia…in mandrie.

-Dai però,fai la faccia buffa!Bravo!Io?Io no,io mi metto ad oca,così..ecco,click!

Condivisone…con/divisione

Dove siamo?Parigi,Milano,New York,in camera,al cesso,che importa?

Selfie selfie selfie….condivisione e poi?Attendiamo…like,like,like…

Piaciuto il posto? -Il posto?Ah si,magnifico,si vede dalla foto no?Che atmosfera,aaah ci tornerò

Ops è tardi.

Din don!Notifica “ammazza che fi*a in sta foto!”

Din don!Notifica “Sempre più bona oh!”

Din don!Notifica “Che faccia intelligente!”…mmm no elimina commento 

Din don!Per oggi basta

Compiacimento,si ora dormo,domani selfie selfie selfie…

Din don! 
© Stefano Tommasi

 

 

A cosa stai pensando ?

NEXUS O – A COSA STAI PENSANDO ?
A cosa stai pensando ?Ci domanda,perennemente,facebook,nello spazio che ci è concesso sulla nostra homepage.Perché ce lo chiede?Perché abbiamo la necessità di rispondergli continuamente?Sto pensando questo: bla bla bla…condividi,condiviso.Like like like…A cosa stai pensando?Ancora?Si,ancora.Possiamo ribellarci a questa schiavitù?Certo,basta non usarlo,nessuno ci obbliga.O forse si?Forse la nostra mente ci costringe a rispondere a questa perenne domanda:a cosa stai pensando?Cristo!Sto pensando a…bla bla bla…condividi,condiviso,Like…solo uno?Lo riscrivo…si meglio,condividi,condiviso,Like like like like…
Like come droga,condivisione come morfina.Perché?
I fatti nostri non sono nostri,vorremmo lo fossero ma non si può.La domanda è nel cervello (indotta?) ” a cosa stai pensando?” .Sentirne il disagio è forse una consapevolezza?Troppe domande,basta!Ecco,lo scrivo qua,con questa foto,simbolo della mia ribellione.Me non mi freghi!A cosa stai pensando? Fatti miei!Ecco…fatti miei,perdio.Condividi,condiviso.Like like like…
001-3
 © Stefano Tommasi

Nexus 0

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nexus 0 è un progetto fotografico che nasce dall’osservazione della nostra vita sociale,dal modo in cui sta cambiando,dal bisogno di porsi delle domande e dal cercarne le risposte.

001-16CON/DIVISIONE :
Dove ci sta portando la condivisione oramai patologica?
Quali scenari sociali si prospettano?
Tutto sembra indirizzarci all’alienazione dei rapporti umani,alla disconoscenza dello stare assieme, al bisogno compulsivo di mostrare ogni nostro gesto e pensiero.
Perché?
Perché non riusciamo a disconnetterci dalla rete?Imbrigliati,come pesci.Senza scampo,o forse no?
Dovremmo forse fare un passo indietro?E come?
In pochi anni,la nostra vita è stata stravolta dall’avvento dei social network.La mente umana è solita adattarsi velocemente alle novità,ma anche propensa all’abusarne.
Ad oggi,i nostri occhi non guardano più il mondo reale,ma lo fanno con la testa china sullo smartphone,delegando a lui il compito di riprodurla.Lo facciamo mentre guidiamo,mentre passeggiamo,mentre assistiamo ad un concerto.Affannati più al condividere il momento piuttosto che viverlo.
Perché?
E’ proprio questo che vogliamo?O ci viene imposto da meccanismi contorti della società?
Sono tante le domande e poche le risposte.
Cercherò di esplorarle in questo viaggio.
© Stefano Tommasi